Home / Ginecologia / Elezioni, appello dal mondo cattolico pro-Zattini ad “un voto ragionevole”

Elezioni, appello dal mondo cattolico pro-Zattini ad “un voto ragionevole”

Alcuni esponenti del mondo cattolico forlivese hanno ritenuto di esprimere le ragioni del loro sostegno alla candidatura a sindaco di Gian Luca Zattini.

“Oggigiorno c’è una gran nostalgia di un cattolicesimo essenziale ed autentico, sì perchè il cattolicesimo non è bruciato come la basilica di Notre Dame , ma è più che mai vivo, come lo sono le persone che si sono riunite in preghiera davanti alla basilica in fiamme. Questa affermazione non è pura espressione di presunzione e neppure uno slogan. Il cattolicesimo del Magistero millenario dice ancora una novità che dona pace, giustizia e sicurezza alle persone. I cattolici dunque sono davanti ad un’alternativa; con le parole di Peguy, o sono “il fruscio d’acqua del mulino che è il rumore di fondo del cristianesimo”; oppure  decidono di tacere optando per: “ Una forma particolarmente netta ed irreversibile di separazione tra la fede e la vita sociale”. Come ben spiega don Francesco Ricci “Una società è veramente secolarizzata quando la fede ( come anche il sacro, il religioso, e più in genere il trascendente) si autolimita alla sfera privata, non eccede i limiti della sfera individuale, rinuncia ad assumere forma pubblica e sociale, non pretende di possedere un carattere normativo e rinuncia ad interferire nei meccanismi di funzionamento e nei processi di trasformazione della società”. ( Cronache d’Europa, perdute e ritrovate – Ed. CSEO 1990, p.178). 

In questa tornata elettorale possiamo rallegrarci perchè molti cattolici non si sono rinchiusi nella sfera privata, ma anche se hanno deciso di far sentire la loro voce si sono delineate due diverse prospettive. Avverte infatti don Francesco Ricci : “ .. tanti cristiani hanno considerato conseguenza legittima della loro fede assumere ideologie, criteri morali e progetti politici dalle mode mondane di destra e di sinistra, liberali e socialiste, capitaliste e socialiste, ma in cambio di chè? Di ciò che il mondo promette con prodigalità, anche se poi non mantiene o mantiene avaramente: la partecipazione al potere.”( cit. p.180). Arriviamo al dunque: in una coalizione di liste e di partiti per principio ben lontani  dal pensiero cattolico (che per decenni hanno governato la città sopra la testa della gente, senza riconoscere di fatto il diritto a non abortire, e che deliberano a sostegno della “cultura gender”) sappiamo già per esperienza consolidata che i cattolici inevitabilmente dovrebbero piegarsi alle “regole” di quella coalizione. Perchè allora non sostenere la coalizione in cui il candidato Sindaco e ben due liste civiche hanno nel loro Dna il riconoscimento della sacralità della vita e dei diritti inalienabili della persona, operano già per un’ecologia umana, non solo ambientale, per la libertà di educazione, per l’accoglienza e per il servizio ai poveri? La mancanza di discernimento, lo strabismo, sono i migliori alleati di tutti quelli che non vogliono interferenze cattoliche nei processi di trasformazione della società. Per questo giudizio storico, culturale e politico scendiamo in campo sostenendo Gian Luca Zattini alla candidatura di sindaco per la città di Forlì”.

I firmatari

Maria Cristina Terenzi    avvocato ecclesiastico
Paolo Ghetti        consulente finanziario
Andrea Taddeo        avvocato
Emanuele Chiodino    imprenditore
Giorgio Cicchetti        ginecologo
Paola Casara        insegnante            
Daniela Gimelli        dipendente farmacie comunali                     
Vittorio Girolimetti    pensionato                    
Diana Mugnai        ottico                        
Vinicio Pala        imprenditore        
Marinella Portolani    commerciante
Maria Teresa Rinieri    infermiera
Caterina Rondelli    psicoterapeuta
Maurizio Tassani    tenore
Simone Valmori        scrittore
Roberto Gasperoni    dr. agronomo
Paolo Bacca        direttore coro
Pier Giuseppe Bertaccini “Sgabanaza”
Rodolfo Casadei        giornalista
Marco Cobianchi    giornalista    
Grazia De Salvo        pensionata
Angela Fabbri        insegnante in pensione
Antonio Iandolo        assicuratore in pensione
Marco Lepore        insegnante
Marco Mannelli        imprenditore
Fatima Martins        attrice
Gisella Ponzi        insegnante    
Novella Ricci        dir. scolastico in pensione
Alessandro Russo    insegnante
Daniele Zattini        insegnante
Pierangelo Agnoletti    ingegnere
Davide Rondoni        scrittore e poeta
 

RelatedPost

Check Also

Insegnante accoltella la moglie al petto nel sonno: la donna riesce a scappare e chiedere aiuto

Insegnante accoltella la moglie al petto nel sonno. Lei e’ riuscita a divincolarsi, a raggiungere …