Home / Il seno / LESEGNO/ Cosa c’è nel programma di “Futuro e Crescita” per il paese della Valle Mongia

LESEGNO/ Cosa c’è nel programma di “Futuro e Crescita” per il paese della Valle Mongia

SERGIO RIZZO – Emanuele Rizzo, candidato unico alla poltrona di sindaco a Lesegno, in provincia di Cuneo, ha presentato il programma elettorale di quanto, insieme al suo gruppo, intende portare avanti e realizzare nel prossimo quinquennio. “Innanzitutto – spiega Emanuele Rizzo – voglio ringraziare quanti mi hanno esortato e sostenuto per essere capolista di questa squadra che, in un momento particolarmente difficile per tutta la politica nazionale e non solo, si affaccia all’Amministrazione del piccolo ma non meno importante Comune di Lesegno. Alcuni membri di lista, hanno già partecipato in seno al consiglio comunale, ma nella maggior parte dei casi si tratta di giovani alla prima esperienza che, pieni di buona volontà, intendono proporsi e farsi carico dei problemi del Comune e della comunità. Sono stato vicesindaco di Lesegno in questa legislatura che sta volgendo al termine e devo dire che è stata un’esperienza molto costruttiva in cui ho imparato molto. Tutto questo grazie all’attuale sindaco Edoardo Dotta, che con i suoi consigli e la sua esperienza mi ha dato modo di imparare a crescere, capire e decidere, cose che sicuramente mi torneranno utili nel futuro.

Un possibile miglioramento gestionale del Comune è quello di riuscire a delegare i compiti ai vari componenti del Consiglio, in modo tale da intraprendere un lavoro di squadra maggiormente costruttivo. Per quanto concerne la sicurezza e controllo sul territorio, risulta evidente come sia un’emergenza dei nostri tempi e di grande attualità, aggravata da molteplici altre cause: dall’immigrazione clandestina alle problematiche legate alla giustizia, all’incertezza della pena dei reati nei confronti della persona e del patrimonio. Una necessità assoluta dei cittadini cui dare risposte concrete con la massima urgenza e priorità. Per offrire più sicurezza ai cittadini e al paese, è nostra intenzione riuscire a potenziare il sistema di videosorveglianza individuando ulteriori aree o punti che possano garantire una maggior copertura, aumentando la sicurezza. Sono state inoltre delimitate fuori del centro abitato, zone che ogni anno vengono trasformate in depositi di rifiuti abusivi di ogni genere e per questo motivo, intendiamo intervenire attraverso l’installazione di telecamere o sistemi di dissuasione che ne permettano il costante controllo contribuendo alla cessazione di atti incivili migliorando al contempo il decoro urbano.

Per il lavoro e l’occupazione s’intende mantenere e incentivare il dialogo tra le realtà artigiane, commerciali e industriali presenti sul territorio attraverso un concreto aiuto alle problematiche che ci verranno presentate di volta in volta dalle realtà locali per agevolare il più possibile chi ha investito e intende ancora farlo sul nostro territorio. Lesegno è un piccolo paese, ma vanta la presenza di quattro aree industriali dislocate in differenti zone del territorio. La politica che da sempre ha adottato il Comune è quella di ascoltare le esigenze delle imprese presenti sul territorio e cercare, per quanto di nostra competenza e nelle nostre possibilità, di dare un concreto aiuto in modo tale da agevolarne la crescita e permettere in tal modo l’eventuale incremento dei posti di lavoro.

Un concreto esempio è rappresentato dall’intervento che riguarda il consolidamento lungo la scarpata del torrente Mongia, in località ‘Vecchio Mulino’ dove si sta portando avanti da tempo un progetto in collaborazione con la Riva Acciaio, al momento interrotto per motivi burocratici in attesa della fine dell’iter procedurale in Provincia. Sarà questo, vista l’importanza, un argomento che seguiremo con particolare attenzione, sperando in una sollecita e positiva conclusione.

Già considerato dalla precedente amministrazione, sarà nostro intento portare a conclusione il lavoro di messa in sicurezza del tratto stradale in corrispondenza della chiesa di San Rocco in Località Villa, l’incrocio tra via Garibaldi e via Sanbuy. Attingendo da risorse economiche statali, si vuole sostituire il guardrail attualmente in pessime condizioni e non più sicuro per la sua finalità, con uno nuovo, in legno, più consono all’estetica urbana e fissato sul muretto in cemento armato che dovrà essere riparato e ulteriormente consolidato. Il nostro obiettivo primario è quello di rendere appetibile il paese attraverso il miglioramento e l’incremento dei servizi e della qualità offerta. In particolar modo da fidelizzare l’utenza a scegliere Lesegno come territorio dove fare impresa. Questo potrebbe migliorare l’attuale problema dovuto allo spopolamento sempre più presente nei nostri piccoli paesi delle valli Mongia, Cevetta, Bormida e val Tanaro.

Viabilità, decoro urbano, miglioramento energetico e scuole, sono argomenti che, vista la notevole importanza che rivestono, si cercherà di mantenere quanto più efficienti e nelle migliori condizioni possibili, sia la viabilità all’interno del paese che nelle zone periferiche appartenenti alle frazioni e alle borgate. Il nostro scopo primario è la riqualificazione globale della viabilità interna, con la riduzione sia il traffico veicolare sia la velocità dei mezzi, in modo tale da privilegiare l’utenza ciclopedonale e la sicurezza degli spostamenti in maniera efficiente e ordinata.

Apportare poi migliorie al decoro urbano è uno dei punti maggiormente sentiti dal nostro gruppo. Per questo uno dei passi principali è quello di ristrutturare l’attuale immagine dei portici di via Roma insieme al progetto per migliorare e adeguare dal punto di vista energetico l’impianto di illuminazione pubblica che rappresenta uno dei costi maggiori del bilancio comunale. Mantenere e incentivare il già valido e molto efficiente servizio scolastico migliorandolo e potenziando i servizi ad esso annessi, ricordando che investire sulla scuola e quindi sui giovani è investire sul nostro futuro che è il futuro di tutti. Attraverso fondi comunali e un contributo regionale, intendiamo acquistare un nuovo mezzo di trasporto scolastico idoneo per la finalità di trasporto alunni, sostituendo l’attuale pulmino ormai attempato e non più a norma.

Il nostro intento è portare a buon fine l’iniziativa intrapresa dalla presente amministrazione. Massimo impegno quindi per mantenere una scuola pubblica di qualità, aperta a nuove idee, tecnologie, in un ambiente idoneo come luogo d’incontro e di percorso per i nostri ragazzi”.

Sergio Rizzo

 

RelatedPost

Check Also

Tumore al seno: evento di beneficenza dell’associazione “Noi ci siamo”

«Confesso che spero che porterete sempre e comunque avanti la battaglia per la causa dei …